mercoledì 22 dicembre 2010

Due famiglie oggi.

La famiglia A:
Il Papà commerciante, la Mamma impiegata, i due figli vanno a scuola e la Domenica tutti assieme vanno in chiesa.
Il Nonno rimasto vedovo vive da solo e l 'accudisce una badante.
Il Sogno di questa famiglia e comprarsi la casa in montagna.

Famiglia B
Lui medico ateo, l 'altro Lui architetto e cattolico non praticante, la Domenica la passano a fare volontariato, il Papà del medico, rimasto vedovo, vive con loro.
Il loro sogno è riuscire a costruire un ospedale a Port au Prince ad Haity per aiutare la popolazione e per far questo dedicano gran parte del loro tempo libero a procurare fondi e compagni di avventura.

Vi chiedo, avete qualche dubbio su quale famiglia piaccià di più alle chiese cristiane evangeliche e non?

Vi siete risposti?

E adesso, avete qualche dubbio su quale, tra queste due famiglie sia più simpatica agli occhi di Gesù?

Per chi ha dubbi.
Premettendo che:

I Leviti erano i membri della tribù israelitica di Levi.

Ad essi era affidato il compito di sorvegliare il tabernacolo e il Tempio. La linea sacerdotale di Aronne (un gruppo che faceva parte dei Leviti e i cui membri erano detti cohanim) era quella che si occupava concretamente dei sacrifici rituali, mentre gli altri Leviti avevano il compito di cantare, di suonare e di assistere. I Leviti sono descritti come i guardiani di Dio, il suo esercito personale che trasportava scalzo l'arca dell'alleanza.Si legge nel Vangelo secondo Luca:"


e che : I Samaritani secondo quanto afferma la Bibbia ( non storicamente comprovato), erano i discendenti unicamente degli stranieri pagani deportati in Israele nel 721 a.C., per sostituire le popolazioni ebraiche totalmente deportate, quindi considerati "inferiori"dagli ebrei del tempo.

Leggiamo adesso la parabola del buon Samaritano che troviamo nel Vangelo secondo Luca:

25Un dottore della legge si alzò per metterlo alla prova: "Maestro, che devo fare per ereditare la vita eterna?". 26Gesù gli disse: "Che cosa sta scritto nella Legge? Che cosa vi leggi?". 27Costui rispose: "Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua forza e con tutta la tua mente e il prossimo tuo come te stesso". 28E Gesù: "Hai risposto bene; fa' questo e vivrai".

29Ma quegli, volendo giustificarsi, disse a Gesù: "E chi è il mio prossimo?". 30Gesù riprese:

"Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gèrico e incappò nei briganti che lo spogliarono, lo percossero e poi se ne andarono, lasciandolo mezzo morto. 31Per caso, un sacerdote scendeva per quella medesima strada e quando lo vide passò oltre dall'altra parte. 32Anche un levita, giunto in quel luogo, lo vide e passò oltre. 33Invece un Samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto lo vide e n'ebbe compassione. 34Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi, caricatolo sopra il suo giumento, lo portò a una locanda e si prese cura di lui. 35Il giorno seguente, estrasse due denari e li diede all'albergatore, dicendo: Abbi cura di lui e ciò che spenderai in più, te lo rifonderò al mio ritorno. 36Chi di questi tre ti sembra sia stato il prossimo di colui che è incappato nei briganti?". 37Quegli rispose: "Chi ha avuto compassione di lui". Gesù gli disse: "Va' e anche tu fa' lo stesso".


2 commenti:

  1. Be dai diciamo pure abbastanza banale,anche se dolorosamente reale.
    Comunque grazie

    RispondiElimina